«

»

feb
15

a proposito dell’intervento di Celentano…

A proposito dell’intervento di Celentano…

Scrivo mentre già mi immagino che domani mattina i giornali saranno pieni di articoli sull’intervento del molleggiato a Sanremo. Ci sarà la parte clericale che –probabilmente- sputerà veleno su qualche riferimento a preti e frati e ci sarà chi avrà annuito più e più volte con il capo, sospirando a ogni battuta e sussurrando “…ha ragione…ha ragione”

Premesso  che non ho nulla contro Celentano (mi piace come cantante e  ho seguito Rock politic) e stimo don Gallo…mi sento nell’oggettività di fare giusto poche riflessioni.

Ora,  mi domando, se Celentano ha davvero elementi per affermare che i preti non parlano “della cosa più importante”. Non può saperlo e avere una situazione generale sotto gli occhi…o no?! Ne ha parlato cosi bene del Paradiso….che l’avrai pur sentito annunciare da qualcuno! Non può sapere cosa fanno i 40.000 (!!!) preti in Italia. Adriano! Non fare come i ragazzini che (poveretti, hanno ragione) vedono i servizi delle iene con l’ennesimo prete pedofilo e pensano che “così è la Chiesa”.  Fanno bene le iene (stimo anche il loro programma!!) a evidenziare lo schifo e il marciume che sta nella Chiesa ma … ogni tanto una storia su un bravo prete, su una iniziativa promossa da una parrocchia italiana… su quella iniziativa solidale promossa da ragazzi cristiani…e dai! Ci sta tutta!

Ecco..assodato che Celentano  non ha elementi per dire questo, mi domando ancora: ha citato don Gallo come esempio di prete (per me lo è) però … attenzione: don Gallo svolge un ministero sacerdotale che predica poco..e fa molto con i fatti. “Parla” poco di regno di Dio ma lo annuncia con la giustizia, con la carità e con la sua vita donata a favore degli ultimi. E allora mi  domando: dobbiamo parlare del regno di Dio o dobbiamo fare solo con le nostre opere?! Adriano!!!

C’è un’ incogruenza in questo o no…? Mi è sembrato l’ennesimo tentativo mediatico di strappare applausi additando il dito sui preti. Cosa per altro facile per carità…: Vado a dormire dopo una giornata in cui è venuta da me una mamma incazzata perché un prete (nel 2012…) parla ancora di nulla hosta e di divieti per fare la Cresima in altra parrocchia … vado a dormire con il pianto nelle orecchie di quell’altra mamma che alle 19 è venuta da me perché è stata “cacciata” da un altro mio confratello che le ha vietato il certificato di idoneità per fare da madrina a una cresima perché… va a messa da un’altra parte! Caspita! Fa bene la gente a parlar male dei preti … ci vuol davvero poco a tirar su applausi …

Ma vado a dormire anche fiero di avere i “miei” ragazzi che oggi si dividevano in due gruppi, uno in oratorio che alle 22.00 ancora  faceva catechesi  e parlava dell’amore del Regno di Dio e uno che portava il latte alle tendopoli di Bari colpite dall’emergenza freddo. Vado a dormire fiero dei miei ragazzi che non esitano a dire di si quando gli vien chiesto di andare a portare aiuti nei campi rom, quando gli chiedo di spendere i loro pomeriggi per doposcuola ai bambini … Il bene non fa mai rumore. Se non lo dici per molti significa che non c’è … e se lo dici ti dicono che sei un esaltato e che le cose belle vanno fatte nel silenzio…

E un’ultima considerazione, così..nel sorriso. Celentano ha parlato per venti minuti di Regno di Dio, ha annunciato con una incrollabile e invidiabile fede che Gesù è diverso dagli altri perché … è Risorto.

Ma com’è che, se lo fa lui, su Rai uno in prima serata, viene applaudito e io, se mai mi dovessi permettere di dirlo in una classe di venti ragazzi a scuola , verrei accusato di ingerenza?

Eh si. E’ davvero difficile.

4 commenti

  1. lucia scrive:

    eh già, è vero! fa più rumore qualcosa di scomodo proclamato da una star, a gran voce su un palcoscenico, piuttosto che tutte le opere che vengono fatte nel piccolo, con umiltà e nel SILENZIO!

  2. Ausilia scrive:

    Un gran rumore provocato abilmente da un grande personaggio pubblico, che butta fango su chi ha un minimo di pudore… questo è puro gossip.
    È più facile sporcare che ripulire il fango!
    È più facile riempirsi la bocca che digiunare di parole !
    È più facile pavoneggiarsi che nascondersi in ultima fila!
    Con il suo compenso, devoluto in beneficenza, doveva partire colpendo il popolo di Dio, perché di là è più facile partire.
    Forse il grande Adriano può percepire a sommi capi ciò che la stampa e i media vogliono far sapere, ma non conosce la vita di ogni singolo che vive e opera nella Chiesa.
    Dovrebbe andare un po’ più spesso a messa!

    Matteo capitolo 6 versetti 2 – 4
    2 Quando dunque fai l’ elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per essere lodati dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. 3 Quando invece tu fai l’ elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, 4 perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

  3. paola scrive:

    “Ecco..assodato che Celentano non ha elementi per dire questo, mi domando ancora: ha citato don Gallo come esempio di prete (per me lo è) però … attenzione: don Gallo svolge un ministero sacerdotale che predica poco..e fa molto con i fatti. “Parla” poco di regno di Dio ma lo annuncia con la giustizia, con la carità e con la sua vita donata a favore degli ultimi. E allora mi domando: dobbiamo parlare del regno di Dio o dobbiamo fare solo con le nostre opere?! Adriano!!!”.
    Intanto esordisco col dire: Non vi immischiate (voi preti e suore) con Celentano….siete soggetti alla vs. chiesa e ciò che essa vi propina…non a “Celentano”. Se Celentano non ha elementi per dire che voi dovreste dedicarvi più alla divina missione sulla Terra (predicare la parola di Dio…fare opere buone…aiutare chi ha bisogno- cosa peraltro che ho visto fare da pochissimi eletti-tra cui il Don!!), voi non avete a vs. volta elementi per dire che chi ha commesso il “grave peccato” di far l’amore senza prima sposarsi….o chi è stato/a amante (con uomini o donne sposate) …o ancora gay….non può prendere l’ostia se non prima redimersi o penare in ginocchio sui ceci…..! Ma chi lo stabilisce ciò?…Non credo assolutamente che Dio sia così bigotto! solo la chiesa lo è!!!! Don Gallo poi, se lo conosce bene, predica forse + di lei e tutti quei preti(molti dei quali PEDOFILI E MAIALI!!)e suore (BIGOTTE FINO ALL’OSSO!), DEDICANDOSI AL CONTEMPO AI VERI BISOGNOSI (PUTTANE, DROGATI…ECC…). FOSSERO TUTTI COME LUI E POCHI COME LUI, RISPETTO A TANTI CHE SI SONO FATTI PRETI SOLO PER IL LAUTO COMPENSO REMUNERATIVO…EVENTUALE CARRIERA (CANONICA-POLITICA!)…O MAGARI PER “NASCONDERE” IL LORO LATO PEGGIORE: LA PEDOFILIA CHE LA CHIESA FUNGE DA UN OTTIMO PARAVENTO, TRASFERENDO I MAILI-PEDOFILI DA UNA PARROCCHIA ALL’ALTRA!…

    1. donfabio scrive:

      Grazie Paola del tuo commento. Alcune precisazioni.
      1. Non non dobbiamo immischirci con Celentano…e lui può immischiarsi con noi (senza peraltro parlare con una “controparte”? e dov’è l’equità scusami? Lui può dire la sua a 14 milioni di persone parlando GENERICAMENTE della Chiesa e noi no?Mah.
      2. Forse non hai colto che per me Don Gallo (che mi dispiace ricordarti ma è prete della CHIESA CATTOLICA di cui ne condanna giustamente la parte sbagliata…esattamente come me e tanti altri preti) è un esempio. Semplicemente ho sottolineato come Celentano vuole che i preti PARLINO del Regno di Dio e poi ha citato don Gallo che PARLA ma con le opere (esattamente come bisgogna fare) e quindi in questo c’è un controsenso da parte di Celentano. 3. Portami il catechismo dove si parla di ceci poichè sarebbe interesssante leggerlo…se poi vuoi discutere sui luoghi comuni beh…voliamo più alto. La Chiesa da delle indicazioni senza condannare nessuno (la CHIESA vera non quella pedofila che finisce sui giornali a discapito di tutte le altre) 4. Lei sa come mi dedico io ( e i miei ragazzi e la mia comunità) alle prostitute, drogati, ultimi, poveri etc? Io sono CHIESA con loro. Sant’Agostino diceva che la Chiesa è Santa e prostituta: se vuole evidenziare solo quella prostituta che fa rumore a differenza di quella Santa che non finisce sui giornali..beh non mi trova disposto. Parliamo di tutte e due e faremo un servizio alla verità. Un’ultima cosa: non so di dov’è lei, comunque con i miei giovani -di Chiesa-, andiamo ogni sera nei campi rom e nelle tendopoli a portare latte, aiuto e conforto: se vuole si potrebbe unire a noi e avere una visione diversa! a presto!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>